Pubblicato da: Giacomo | 11 settembre 2008

Uno spazio aperto.

Queste pagine sono uno spazio aperto. In primo luogo ai partecipanti al corso: sono i veri protagonisti di questa iniziativa. A loro viene richiesto un grande, costante impegno nell’apprendere non solo le tecniche di lavorazione di questo particolarissimo settore dell’artigianato, ma anche gli elementi base della storia dell’arte in generale e degli stili nell’arredamento in particolare, soprattutto per quel che riguarda i tendaggi e la finitura degli oggetti, delle diverse categorie dell’abbigliamento “tecnico” (militare, liturgico etc.) e della moda.

Una parte importante del corso è prevista anche per la tintura artigianale dei filati, che rappresenta uno degli aspetti più delicati nella progettazione della passamaneria, i cui oggetti devono sempre armonizzarsi, nella forma e nel colore, con l’insieme di cui faranno parte come elemento di finitura, complemento o accessorio.

Il corso è stato pensato soprattutto in funzione di una robusta preparazione tecnica, ma sappiamo che è necessario, dopo le “lezioni” che per loro stessa natura sono limitate -soprattutto nel tempo-, disporre di uno “spazio” ulteriore per approfondire, confrontarsi, scambiare le idee, e soprattutto sperimentare una collaborazione intelligente, senza la quale l’impresa artigiana in questo settore, che per sua stessa natura è piccola e risente, si dei vantaggi di una conduzione “personalizzata”, ma anche dei limiti che questa impone non può affrontare le difficoltà di un mercato che impone tempi e capacità di risposta in termini di quantità spesso incompatibili con questi limiti.

“Da soli non si va da nessuna parte. Insieme possiamo fare molta strada”: potrebbe essere questo lo slogan che riassume la sostanza di questo corso. Per poter camminare insieme abbiamo tuttavia bisogno di organizzare le cose in modo che ognuno possa sentirsi protagonista di questo cammino. Occorre il coraggio di creare spazi nuovi, condivisi e forse un po’ inconsueti all’esperienza comune. Eppure la sfida di oggi è questa. Se ne sente parlare sempre di più e si comincia, piano piano, a rendersi conto che il successo individuale, se non concorre al successo di una comunità, serve solo a creare divisioni, ostilità e prima o poi è destinato a naufragare.

Anche questo, ma direi soprattutto questo, è un obiettivo importante che ci siamo proposti di raggiungere. Il risultato dipende dall’impegno di tutti.

Per questo abbiamo creato, a supporto del corso, queste pagine che vogliono essere uno spazio condiviso, dove poter, da subito, sperimentare questa collaborazione.

Un’ultima cosa: di solito la scrittura mette un po’ “in soggezione”: paura di commettere errori, difficoltà a “tradurre” in parole quello che passa per la mente… Tutto questo non deve rappresentare un ostacolo. Scrivete senza preoccuparvi: la redazione esiste anche per dare una mano in questo senso. Inviate con tranquillità i vostri commenti. Personale esperto e capace è a vostra disposizione per intervenire, discretamente e nel pieno rispetto del vostro pensiero, per eliminare imperfezioni, errori, sbagli che tutti possiamo commettere quando scriviamo. L’importante, come si dice, è partecipare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: